Come posso proteggere i miei diritti di erede?

proteggere diritti erede sigillo blu

Come posso proteggere i miei diritti di erede?

La protezione dei propri diritti di erede ha molte declinazioni, assai diverse. Vengono anzitutto in considerazione i diritti di legittima che possono essere stati violati anche da atti che abbiano svuotato il potenziale patrimonio ereditario mentre il proprio padre o coniuge era ancora in vita. Ma v’è molto di più. Cosa dire del testamento falsificato? Delle disposizioni che siano state orientate dall’inganno? Può anche capitare che i beni ereditari siano venduti ad ignari acquirenti in buona fede che li acquistino da chi si finge erede senza esserlo veramente. In tutti questi casi è bene conoscere quali sono i rischi e le opportunità che la situazione concreta manifesta.

Donazioni e disposizioni testamentarie che ledono i diritti del coniuge o dei figli

La legge assicura una quota specifica del patrimonio ereditario al coniuge, ai figli ed anche ai genitori della persona venuta meno. La verifica della lesione e della misura della stessa non è un compito facile. Sono previste regole complesse che tengono conto anche delle donazioni effettuate in vita e delle eventuali vendite che in realtà corrispondano a elargizioni senza corrispettivo. Siamo a disposizione per farvi comprendere meglio questi aspetti, aiutandovi a ricostruire l’asse ereditario, operazione fondamentale per un’eventuale impugnativa a tutela della propria porzione legittima.

Testamento falso? Volontà testamentarie coartate? Le impugnative

La casistica delle falsità testamentarie è assai vasta. Si va dalla scheda integralmente contraffatta, alle aggiunte o alle integrazioni effettuate da un terzo magari anche soltanto allo scopo di aiutare il testatore indebolito a scrivere le proprie ultime volontà. La coartazione o lo sfruttamento delle condizioni di debolezza del testatore invece introducono problemi molto diversi, dal momento che esse implicano l’accertamento, spesso reso difficoltoso dall’essere effettuato solo dopo il venir meno dell’ereditando, delle reali condizioni di salute, del grado di incidenza della condotta dell’agente e di tutte le circostanze idonee ad orientare la volontà testamentaria.

Sottrazione di beni ereditari. Il “finto” erede ha venduto un bene appartenente all’eredità?

Può sembrare strano, ma capita: una persona si finge erede e vende un bene appartenente all’eredità. Finchè il bene rimane presso il “finto” erede una reazione efficace è possibile, ma se esso viene venduto diviene impossibile recuperarlo presso il nuovo proprietario. La legge infatti prevede (art.534 cod.civ.) che chi ha acquistato in buona fede dall’erede apparente diventi proprietario a tutti gli effetti. Occorre, in generale, prevenire questa situazione. Ecco perché è importante trascrivere il proprio titolo ereditario. Trascrivere l’accettazione dell’eredità, anche quando essa è tacita serve proprio a questo. E non va confusa la trascrizione dell’accettazione con la trascrizione della denuncia di successione, il cui significato è soltanto fiscale. Orientarsi in questa materia è difficile e complesso: però potete contare su di noi per ogni spiegazione e per un concreto profilo operativo e per predisporre le cautele del caso.

Contattaci e ti aiuteremo a risolvere i tuoi problemi di successione.

Lo Studio prevede un’assistenza personalizzata ritagliata su misura rispetto alla situazione di ciascun Cliente.
Non appena ricevuta la Vostra richiesta sarete contattati personalmente allo scopo di fissare un colloquio.
Conoscere tutti i termini del problema per poter formulare una diagnosi corretta è la chiave di ogni soluzione.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Leggi l'informativa completa al link di approfondimento.